Immobiliare, la ripresa nel 2015. Pesano tasse e burocrazia - La tua casa in legno

Contattaci
24 Settembre 2014
Categoria
Case in legno
Commenti Commenti disabilitati su Immobiliare, la ripresa nel 2015. Pesano tasse e burocrazia

Tags , ,

A fine anno saranno 419mila le abitazioni compravendute, erano 807mila nel 2007. «Siamo tornati al volume di scambi del 1984». È quanto rende noto questa mattina il Censis. Il fatturato del segmento immobiliare residenziale si è pertanto ridotto del 40% in cinque anni. La ripresa si vedrà solo a metà 2015, e sarà lieve e lenta.


Tra i fattori positivi si segnalano un incremento nell’erogazione dei mutui, che a luglio 2014 ha riguardato 118mila famiglie rispetto alle 90mila dell’anno precedente, e i provvedimenti di incentivo dello «Sblocca Italia», che però avranno effetto dal prossimo anno. Sul lato negativo ci sono le tasse sulla casa (Imu, Tari e Tasi), da pagare in autunno, e soprattutto la riduzione del reddito disponibile delle famiglie (-9,8% dal 2008), che continua a determinare una debolezza della domanda solvibile.

Ma a pesare sul settore sono anche i lunghi tempi della burocrazia: in Italia sono necessari in media 234 giorni per le autorizzazioni edilizie (a Palermo si arriva a 316 giorni), ma in Germania ne bastano 97 e in Gran Bretagna 88. Ecco perché gli investitori prendono tempo o scelgono di non investire nel nostro Paese.

Fonte: Sole 24 ore

Comments are closed.

Scopri le ultime novità

Contattaci