Perchè costruire in legno? Le foreste ricrescono, le cave e le montagne no - Rubner haus Roma - Latina

Contattaci
7 febbraio 2017
Categoria
Case in legno
Commenti Commenti disabilitati su Perchè costruire in legno? Le foreste ricrescono, le cave e le montagne no

Tags

Da un punto di vista ambientale, costruire in legno è la scelta migliore. In Italia le foreste sono raddoppiate, dalla fine della Seconda guerra mondiale a oggi. Non solo, ma il materiale per costruire le nostre case proviene esclusivamente da aree soggette a riforestazione. E poi, ogni 28 secondi, sulle Alpi cresce spontaneamente la quantità di legno necessaria per costruire una casa Rubner.

Invece, i danni causati da cave e cementifici, in un paese sempre più sfruttato e sempre più popolato, colpiscono l’aria, l’acqua, la terra, la biodiversità, la salute e la qualità della vita di chi abita vicino… e causano ferite non rimarginabili al nostro paesaggio: se è possibile abbattere un ecomostro, non è possibile ricomporre una montagna, che impiega milioni di anni a formarsi e pochi decenni a sparire sotto i colpi della foga estrattiva. Nonostante l’eufemismo per cui si parla di “coltivazione” delle cave, neanche fossero campi da seminare di anno in anno, la roccia mangiata non torna mai più, e con essa il patrimonio che si trovava sopra – o sotto. E, per finire, spesso le cave dismesse si trasformano in discariche.

Secondo l’INAIL, il cemento è il materiale da costruzione più comune (Portland®), ma contiene sostanze alcaline (Ossidi di Ca e Mg) e tracce (0,01% circa) di Bicromato di Potassio e/o altri Sali di metalli pesanti.

Comments are closed.

Scopri le ultime novità

Contattaci