Demolire e ricostruire in legno per riqualificare le città italiane - La tua casa in legno

Contattaci
14 novembre 2017
Categoria
Case in legno
Commenti 0

Tags , , , ,

Ri-costruire le nostre città con il legno? Ristrutturare edifici abbandonati invece che costruirne di nuovi può frenare il consumo di suolo; utilizzare materiali rinnovabili e riciclabili può ridurre i costi di costruzione e il prelievo di materiale da costruzione dalle risorse del pianeta. È il caso del legno: oggi la tecnologia permette di costruire edifici multipiano come condomini e palazzi di uffici retti da strutture in legno, una risorsa che può ridurre anche dell’80% il volume del materiale da costruzione necessario all’edilizia.


RhOME for denCity, il modulo abitativo realizzato da un gruppo di studenti e docenti delle università di Roma Tre e della Sapienza, premiato a luglio scorso al Solar Decathlon Europe di Versailles, ha messo fine a un tabù. Dimostrando come il legno possa rivelarsi particolarmente adatto per “ri-densificare la città”, migliorare la vivibilità dei quartieri più disagiati e aumentare il comfort abitativo. Il nome “RhOME” fa riferimento alla Capitale: il progetto vuole infatti essere un modulo abitativo riproducibile in edifici a più piani da realizzare nelle periferie degradate di Roma, prima tra tutte l’area di Tor Fiscale. “La zona è caratterizzata da molti insediamenti abusivi all’incrocio tra due acquedotti romani. Per dare nuova vita al quartiere, si dovrebbero demolire le baraccopoli e trasferire le persone in edifici costituiti dai nostri moduli abitativi, a cui si dovrebbero poi aggiungere spazi di coworking, FabLab, rete Wi-fi, per popolare l’area”, continua Chiara Tonelli, docente di Architettura a Roma Tre, a capo del team di RhOME.

Continua su EcoNews



Commenta!

Scopri le ultime novità

Contattaci