Sostenibilità: perché una casa in legno fa davvero bene all'ambiente e al clima - La tua casa in legno

Contattaci
11 Dicembre 2017
Categoria
Case in legno
Commenti Commenti disabilitati su Sostenibilità: perché una casa in legno fa davvero bene all’ambiente e al clima

Tags , , , , ,

Tutti i nostri clienti sono molto sensibili al tema della sostenibilità ambientale: ecco qualche informazione in più su un tema cruciale per il nostro futuro.

1.  Edilizia a basso consumo energetico – il legno è in grado di tenere il passo? Costruire con minori consumi energetici è interesse di chiunque e salvaguardare il clima e l’ambiente risparmiando denaro è semplicemente questione di buon senso. Nell’edilizia sono due, in linea di massima, le modalità di risparmio energetico identificabili: la prima riguarda la fase di costruzione vera e propria. Partendo dalla scelta dalle materie prime utilizzate si passa all’’”energia grigia” necessaria per la produzione e il trasporto dei materiali da costruzione per arrivare al sistema costruttivo, alla progettazione e allo spazio occupato. La seconda riguarda, invece, la gestione e la conservazione dell’edificio e, quindi, il fabbisogno energetico necessario per il riscaldamento ed il raffrescamento. Alla luce di questi principi, il legno si distingue come materiale da costruzione antico e dal contempo moderno in grado di rispondere in maniera flessibile alle esigenze dei nostri tempi: non c’è, infatti, materiale la cui produzione richieda un minor dispendio energetico. Pur se la lavorazione del legno comporta ovviamente un certo dispendio di energia elettrica, la produzione del legnane da costruzione presenta un bilancio energetico complessivo più basso di altri materiali da costruzione. Anche il suo trasporto comporta un minor consumo di energia fossile: il legno è più leggero di qualsiasi altro materiale da costruzione.

2. Costruendo con il legno, quali effetti si producono sull’ambiente e sul clima? Il legno ha un’importanza inestimabile per l’aria che respiriamo e per l’intero ecosistema. Ogni metro cubo di legno messo in opera assorbe l’equivalente di una tonnellata di CO2. Pertanto costruire con il legno significa salvaguardare il clima! Altro aspetto particolarmente interessante: contrariamente ad altri materiali da costruzione, il legno è una materia prima rinnovabile il che significa che utilizzandolo non se ne riduce la quantità totale disponibile. Uno studio condotto in Austria ha mostrato come nelle foreste del paese ogni 40 secondi cresca una quantità di legno pari a quella necessaria a costruire una casa unifamiliare di medie dimensioni. La ricrescita boschiva annua è di ben 30 milioni di metri cubi; di questi circa due terzi vengono destinati alla produzione di legname. Altro risultato evidenziato dallo stesso studio: se si riuscisse a raddoppiare il consumo annuo di legno, la quantità di CO2 che si eviterebbe di immettere nell’atmosfera salirebbe ad oltre 6 milioni di tonnellate, l’equivalente delle emissioni annue prodotte da 4 milioni di autoveicoli.

3. Tutti parlano di sostenibilità. Come se la cavano le costruzioni in legno in fatto di sostenibilità? L’anidride carbonica assorbita dall’albero rimane immagazzinata nel legno messo in opera e questo ha enormi effetti positivi sul clima e sull’ambiente. Ma non finisce qui: il legno utilizzato nelle costruzioni lascia spazio alla crescita di nuovi alberi che a loro volta accumulano anidride carbonica. La lunga durata di un edificio in legno è garanzia di una durevole salvaguardia del clima grazie all’immagazzinamento di CO2 ed alla conseguente minore emissione nell’ambiente. E, alla fine del ciclo vitale, il materiale da costruzione legno può essere completamente riciclato in un’infinità di processi di valorizzazione termica e recupero materiale.

Comments are closed.

Scopri le ultime novità

Contattaci