Mario Cucinella: "Dobbiamo ripensare la relazione tra uomo, edifici e natura" - La tua casa in legno

Contattaci
11 febbraio 2018
Categoria
Case in legno
Commenti 0

Davvero una bella intervista quella realizzata da Domus con il famoso architetto italiano Mario Cucinella.

 “I primi architetti dell’età Moderna hanno provato a tagliare i ponti con il passato. Ma non ci si può distaccare dal passato. Negli ultimi 25 anni, gli architetti hanno perso completamente questa idea, cercando di realizzare architetture eccentriche e provocatorie, che possono andare bene alcune volte. Ma l’architettura è qualcosa di solido, in cui la gente vive. Dobbiamo stare molto attenti.”

“C’è solo una direzione possibile. E questa è la sostenibilità. Dobbiamo ripensare la relazione tra uomo, edifici e natura. Non c’è scelta.”

Ricordiamo che Mario Cucinella ha costruito insieme a Rubner l’asilo nido definito da tanti “il più bello del mondo”, a Guastalla (RE). Qui tutti i dettagli dell’opera.

Il sistema prefabbricato ligneo a secco di tipo lamellare, realizzato dall’azienda altoatesina Rubner, presenta in pianta una lunghezza complessiva di 78 m e una profondità di 18 m. Esso si compone di 50 telai portanti irregolari, sagomati e completamente lavorati da macchine a controllo numerico. Lunghi 18 m, alti 4,8 m e disposti a intervalli regolari di 1,56 m, ciascuno di essi è costituito da una trave di legno lamellare in abete, alla quale si applicano pannelli di rivestimento nella stessa essenza, a 3 strati incrociati (spessore 22 mm).



Commenta!

Scopri le ultime novità

Contattaci