I condomini degli anni ‘50, ’60 e ’70 sono i peggiori nemici dell’efficienza energetica - La tua casa in legno

Contattaci
3 maggio 2018
Categoria
Case in legno
Commenti Commenti disabilitati su I condomini degli anni ‘50, ’60 e ’70 sono i peggiori nemici dell’efficienza energetica

Tags , , , , ,

Oggi ci sono tanti benefici statali, per riqualificare i vecchi edifici (anni ‘50,’60 e ’70), tra i peggiori nemici dell’efficienza energetica. Secondo il presidente di Enea, Federico Testa, “Finalmente, dopo due anni di lavoro, siamo riusciti a far sì che il Parlamento approvasse una serie di norme per generalizzare gli interventi di efficienza energetica dove non sono mai stati fatti“. In primis nei condomini delle periferie, quindi, dove solitamente vive gente con meno risorse, che avrebbe più bisogno di risparmiare. Qui altre info.

Le detrazioni per l’efficienza statica

Ricordiamo che dal 27 aprile 2018 il Sismabonus, uno sgravio fiscale fino all’85% su una spesa massima di 96 mila euro, potrà essere applicato anche agli immobili demoliti e ricostruiti. Secondo la Risoluzione N. 34/E dell’Agenzia delle Entrate, “si ritiene che gli interventi consistenti nella demolizione e ricostruzione di edifici adibiti ad abitazioni private o ad attività produttive possono essere ammessi alla detrazione di cui al citato art.16 del decreto legge n. 63 del 2013, nel rispetto di tutte le condizioni previste dalla norma agevolativa, semprechè concretizzino un intervento di ristrutturazione edilizia e non un intervento di nuova costruzione”.

Perché l’efficienza energetica conviene

Una casa in legno conviene. Non solo perché potrai finirla in poche settimane, ridurrai drasticamente le tue bollette energetiche e realizzerai un’abitazione antisismica. Oggi puoi accedere alla detrazione fiscale del 65% fino a 100.000 euro, in caso di demolizione e ricostruzione a pari volumetria.

Comments are closed.

Scopri le ultime novità

Contattaci