Con il clima mediterraneo, le case passive costano meno e rendono di più - La tua casa in legno

Contattaci
2 novembre 2018
Categoria
Case in legno
Commenti 0

Tags , ,

facebook_mi_piaceVi sono state delle piccole comunità che si sono staccate dalla rete elettrica nazionale. E’ accaduto a Feldheim, piccolo centro situato 90 chilometri a sud di Berlino, grazie a un massiccio e vistoso investimento in rinnovabili. Casi estremi, difficilmente replicabili. Ma da studiare.

In Germania, infatti, da anni si investe sulle passivhaus, viste come il vero mezzo economico ed efficace per avere un notevole risparmio energetico. Con Austria e Svizzera, la Germania è la Nazione che più investe su questa nuova concezione delle costruzioni. Le energie rinnovabili vengono dopo. Stiamo parlando di paesi dove il sole splende certamente meno che nel Belpaese.

La casa passiva nel clima mediterraneo

In Italia, grazie al clima mediterraneo, il concetto delle case passive è più facile da applicare, costa meno rispetto ai Paesi del Nord Europa e ha prestazioni energetiche superiori: l’investimento in case passive è più contenuto rispetto alle energie rinnovabili e rientra nel giro di pochi anni.

La casa del futuro è prefabbricata in legno. Alcuni dati: un metro cubo di legno sottrae una tonnellata di CO2 all’atmosfera dato che, in quanto materiale di origine vegetale, assorbe più anidride carbonica. Inoltre il suo processo produttivo impatta meno sull’ambiente che quello di altri materiali edili. Per questi ed altri motivi gli edifici in legno stanno spopolando un po’ ovunque. E non parliamo solo di baite di montagna col tetto spiovente, ma palazzi a più piani.

Fonte: Wired.it



Commenta!

Scopri le ultime novità

Contattaci