Notice: Undefined index: ga_dash_tracking_type in /home/latuacasnr/www/wp-content/plugins/google-analytics-dashboard-for-wp/config.php on line 397

Notice: Undefined index: ga_dash_tracking_type in /home/latuacasnr/www/wp-content/plugins/google-analytics-dashboard-for-wp/gadwp.php on line 236

Notice: Undefined index: ga_dash_tracking_type in /home/latuacasnr/www/wp-content/plugins/google-analytics-dashboard-for-wp/front/tracking.php on line 42

Notice: Undefined index: ga_dash_tracking_type in /home/latuacasnr/www/wp-content/plugins/google-analytics-dashboard-for-wp/front/tracking.php on line 54
"La Stampa": demolire i vecchi edifici e ricostruire in legno. Il futuro dell'edilizia è già adesso - La tua casa in legnoLa tua casa in legno

"La Stampa": demolire i vecchi edifici e ricostruire in legno. Il futuro dell'edilizia è già adesso - La tua casa in legno

Contattaci
26 novembre 2018
Categoria
Case in legno
Commenti 0

Tags , , , , , ,

Secondo La Stampa, “quando si ristruttura o riqualifica un edificio, il lavoro di riconversione dovrebbe tener conto anche dell’ambiente circostante. Ritrovare o dare armoniaa quello che circonda le nostre case dovrebbe essere parte del lavoro, essenza stessa della riqualificazione. Ad esempio sostituendo del tutto un edificio non più funzionale e senza valore storico con una costruzione in materiali ecologici, sostenibili ed efficienti, che garantiscano anche caratteristiche antisismiche. La materia prima per questo lavoro la conosciamo tutti: eppure nei confronti del legno e delle potenzialità delle case prefabbricate in legno, ci sono ancora troppi pregiudizi, legati per lo più alla poca conoscenza delle sue potenzialità”.

Inoltre, ricordiamo rientrano nella categoria della ristrutturazione edilizia “gli interventi che consistono nella demolizione e ricostruzione di un immobile con la stessa volumetria di quello precedente, senza che sia necessario rispettarne la sagoma. Sono compresi nella ristrutturazione anche gli interventi “volti al ripristino degli edifici, o parti di essi, eventualmente crollati o demoliti, attraverso la loro ricostruzione, purché sia possibile accertarne la preesistente consistenza”. (Fonte: Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile). Così che che gli interventi di demolizione e ricostruzione possono godere della detrazione del 65% fino a 100.000 euro e/o anche del sismabonus fino a 96.000 euro.

Se sei alla ricerca di un terreno edificabile, conviene comprare un rudere o una vecchia casa da demolire: in Italia – va ricordato – non sono previsti incentivi per le nuove costruzioni.



Commenta!

Scopri le ultime novità

Contattaci