The Economist: "Costruire in legno fa bene al pianeta ed è sicuro" - La tua casa in legno

Contattaci
6 Gennaio 2019
Categoria
Case in legno
Commenti 0

Tags

Secondo “The Economist”, forse il più importante giornale finanziario al mondo, si dovrebbero costruire più edifici in legno, perchè fa bene al pianeta ed “è più sicuro di quanto si creda”.

Meno inquinamento e meno riscaldamento globale costruendo in legno, secondo il prestigioso “The Economist”. In un interessante articolo – qui il link – si ricorda il contributo di cemento e acciaio alla produzione del famigerato Co2. Al contrario del legno.

The Economist ricorda anche che in Europa dal 2019 tutti i nuovi edifici dovranno essere NZEB, ossia a energia quasi zero. Ma nessun materiale più del legno ha le credenziali per poter raggiungere davvero tale obiettivo.

Infatti, ricorda l’Economist, il ciclo di vita di un edificio in legno è a Co2 zero e l’energia necessaria per creare il legno lamellare è pari a 1/6 rispetto all’acciaio. E poi si ricorda come il legno sia un buon isolante. Un telaio per finestre in legno di abete – per fare un esempio – fornisce quasi 400 volte più isolamento rispetto a un normale acciaio dello stesso spessore e oltre un migliaio di volte rispetto a un equivalente in alluminio.

I governi – insiste l’Economist – possono aiutare a spingere il settore dell’edilizia a utilizzare maggiormente il legno, in particolare nel settore pubblico, che resta il principale cliente del settore delle costruzioni. Ma soprattutto i regolamenti sulle costruzioni a energia “quasi” zero dovrebbero essere modificati per tenere conto delle emissioni che sono intrinseche nei materiali. Questa “operazione verità” favorirebbe sicuramente il legno.



Commenta!

Scopri le ultime novità

Contattaci