La casa in legno è sicura anche in caso di incendio. Scopri perchè (VIDEO) - La tua casa in legno

Contattaci

Descrizione

Cliente
Rubner Haus
Data
28 dicembre 2013
Categoria
Sicurezza e garanzia
URL
Visita

Il legno garantisce un’elevata resistenza statica (per un tempo superiore all’acciaio) e non collassando (sempre a differenza dell’acciaio, alla base del cemento armato). Non solo, ma il legno brucia in maniera intelligente, con un comportamento prevedibile. Lo stato superficiale brucia carbonizzandosi, proteggendo in tal modo lo strato sottostante che mantiene inalterata la propria resistenza.

Per anni è stata diffusa l’erronea convinzione che le costruzioni in legno siano poco affidabili in caso di incendio. Oggi, la certificazione rilasciata da CSI (Centro di Certificazione e Analisi Comportamentale) a Rubner Haus sfata questo luogo comune riabilitando il legno come materiale costruttivo sicuro e resistente al fuoco.
Test specifici hanno dimostrato che il legno con cui sono costruite le case Rubner mantiene inalterate le proprie caratteristiche strutturali e proprietà meccaniche anche ad alte temperature. Per questo i sistemi costruttivi Residenz e Blockhaus hanno ottenuto la certificazione di resistenza al fuoco per pareti portanti.


Nelle case prefabbricate il telaio portante che costituisce l’ossatura dell’edificio si trova all’interno di un sandwich di materiali, le cui superfici esterne hanno caratteristiche ignifughe.
I pannelli in cartongesso che troviamo all’interno delle case in legno e l’isolamento a cappotto intonacato rappresentano di per se una buona protezione.
Nella malaugurata ipotesi di un’estensione alla struttura del fabbricato, va evidenziato il differente comportamento del legno rispetto al cemento armato soggetti al medesimo carico d’incendio.
Il legno brucia molto lentamente dall’esterno all’interno dell’elemento, con modalità note e prevedibili.
Gli strati interni vengono “protetti” dall’azione distruttiva del fuoco grazie alle caratteristiche intrinseche del materiale che, ricordiamo, è un pessimo conduttore di calore.
Grazie al contenuto d’acqua naturale presente nel legno e alla carbonizzazione della superficie esterna esposta, in caso di incendio la sezione resistente centrale può resistere molto a lungo grazie a questo strato protettivo naturale.
La velocità di carbonizzazione del legno è pari a solo 0,7 mm al minuto e lo strato di carbone funge da protezione al fuoco per lo stato esterno, garantendo la portata dell’edificio per alcune ore, un tempo senz’altro sufficiente ad allontanarsi in sicurezza dall’abitazione e, in alcuni casi, per permettere lo spegnimento dell’incendio, limitando i danni all’edificio.

Scopri le ultime novità

Contattaci